..e voi, di che segno siete?!

di

Nati dal 5 al 14 Luglio e dal 2 all’11 Gennaio : ABETE

Non facile nei rapporti, capriccioso, riesce a isolarsi anche in mezzo a una gran folla. È poco influenzabile, e raramente esprime le sue opinioni, non è un chiacchierone. Però è ambizioso, e vuoi riuscire a ogni costo. Se non ci riesce, invecchiando potrebbe diventare acido, in certi casi anche cattivo. Ha spirito analitico e molto amore per gli studi, scrupoloso, coscienzioso, sgobbone, non certo superficiale. Se si trova in mezzo alle grane, la cosa non lo turba; le difficoltà sono pane per i suoi denti: lui non perde mai la fede e la speranza, perché spesso è un mistico e ha scelto di sopportare le difficoltà di questo mondo al fine di guadagnarsi un buon posto nell’altro. E se non è un mistico, trova comunque che le prove, piccole o grandi, sono un buon terreno di sfida per superare in continuazione se stesso.

Nati dal 15 al 25 Luglio e dal 12 al 24 Gennaio: OLMO

L’Olmo si accontenta di poco e non si complica l’esistenza. È un calmo, un tranquillo. La lentezza è un suo piccolo difetto, il moralismo la sua virtù più insopportabile. Nonostante le apparenze, è spesso fragile di salute, ma quasi mai ha qualcosa di grave.
Sincero in modo disarmante, ha grande fiducia nella bontà degli uomini. Le cause che difende sono sempre giuste, ed è convinto che le sue ragioni verranno riconosciute. Dovrebbe stare attento alle sue ideologie, perché troppo spesso si lascia trascinare da idee grandiose, per cui il suo entusiasmo può essere un’arma a doppio taglio. Può essere abile di mano e molto valido nelle professioni intellettuali purché abbia molto tempo dinanzi a sé. Spesso possiede il senso dell’humour, e questa caratteristica lo salva dalla disperazione, nei casi in cui, idealista com’é, potrebbe passare di delusione in delusione. In genere avrà una vita tranquilla: e ciò soddisfa le sue esigenze, perché in fondo è proprio quello che vuole.
Nati dal 26 Luglio al 4 Agosto e dal 25 Gennaio al 3 Febbraio: CIPRESSO
Il Cipresso si accontenta di poco e si adegua alle circostanze. Può vivere in qualunque situazione ed essere felice, perché gli bastano le comodità minime. Aspira alla sua felicità e rifugge da tutto ciò che può creargli problemi. Gli piacciono le passeggiate in campagna, gli animali, la caccia, la pesca però non ama la solitudine. Non è per niente un sentimentale, la sua presenza è riposante, talvolta anche troppo, gli piacerebbe riposare, fantasticare e lasciarsi vivere. Di intelligenza riflessiva, posata, è portato alla meditazione. Perduto dietro i suoi pensieri, sembra spesso sonnecchiare; in realtà è lontano. Rifugge dalle discussioni e ancor di più dai litigi, e non è certo un contestatore!

Nati dal 14 al 23 Agosto e dal 9 al 18 Febbraio: CEDRO

Sa adattarsi a tutte le circostanze. Sogna certamente lusso e comfort. A suo agio dappertutto, ignora la parola timidezza. Lui si getta, decide, si impone. Il suo tallone d’Achille è però la suscettibilità: non ama che gli facciano scherzi, anche innocenti. Vuole fare colpo, essere al centro dell’interesse, e per arrivare a questo non indietreggia di fronte a nulla. È colui che parla, colui che decide, colui che brilla. Incosciente del pericolo, riesce a mettersi fino nelle situazioni peggiori, perché non prende precauzioni. Per fortuna, se la sa cavare sempre abilmente. Orgoglioso, ambizioso, generoso, è un irriducibile ottimista.
Ha forte talento artistico, e sembra vera una credenza celtica che lo dice portato alla musica: ha in ogni caso un gran senso del ritmo. Nato per l’avventura, questo soggetto ha spesso una vita agitata. È di tempra dura, ha la vocazione dell’eroe, del martire, e si vota anima e corpo alle svariate cause, anche a quelle che non è stato lui a scegliere. Crede sempre di avere ragione e si ostina a voler fare quello che egli ritiene sia bene. È facilmente influenzabile, ma ha anche influenza sul prossimo fino a galvanizzarlo.

Nati dal 24 Agosto al 2 Settembre e dal 19 al 29 Febbraio: PINO

Ama la casa, i bei mobili, gli oggetti preziosi. Dotato di un grande gusto per l’arredamento, vive spesso in un ambiente molto gradevole. Sapendo quel che vuole, non accetta la vita come viene ma la adatta alle sue necessità, combattendo e piegando alla propria volontà i fattori esterni. In lui non c’è nulla di passivo.
Molto coraggioso, sopporta dignitosamente le avversità; il suo gusto per il rischio, unito a una grande audacia fanno di lui un essere che va avanti e brucia le tappe. Può emergere in tutti i campi. È forte e non si lascia abbattere. È un uomo di diritto che non ha vergogna delle proprie opinioni un gran signore senza complessi di colpa. È anche un abile organizzatore: compie tutti gli sforzi che sono necessari per raggiungere il suo fine.

Nati dal 3 al 12 Settembre e dall’1 al 10 Marzo: SALICE

Ha un non so che di languido, di morbido, di vulnerabile che costituisce il suo fascino, è anche misterioso.
Molto sensuale, gli piacciono il caldo, i profumi e il contatto con l’acqua. Sa approfittare sempre del momento presente e non si lascia sfuggire la più piccola gioia. Non ha capacità di comando, e non cerca neanche di influenzare chi gli sta intorno; non gli importa nulla di quel che si fa o si pensa attorno a lui. Non si rattrista facilmente, non si scoraggia: insomma non è pessimista: anzi, è anche un po’ pieno di sé e tende a credersi un essere superiore. Il Salice non sa adattarsi alle situazioni. La sua fragilità è tutta una montatura. È un commediante, e sa utilizzare la sua apparente debolezza per raggiungere i suoi scopi.

Nati dal 13 al 23 Settembre e dall’11 al 20 Marzo: TIGLIO

I nativi del Tiglio sono persone che vivono per gli altri, e costantemente si preoccupano per i problemi e gli affari delle persone a loro vicine. In generale si dimostrano degli ottimi genitori. Nonostante siano persone molto sensibili, sono meno portate per lavori sociali e prediligono, al contrario, attività creative. Dotati di un’intelligenza razionale, dunque molto pratica, hanno in genere un carattere calmo e delicato, incapace di mentire e di sembrare troppo diplomatici.

Commenta l'articolo