I frutti di giugno

di

Sesto mese dell’anno secondo il calendario gregoriano, giugno deve il proprio nome alla dea Giunone, moglie di Giove. Segna l’inizio dell’estate, che approda sulle nostre tavole attraverso una travolgente esplosione di colori e profumi.

In questo mese è bene approfittare dell’abbondanza e della varietà di frutta disponibile, favorendo un’alimentazione più leggera, varia e soprattutto sana. Accanto a ciliegie, albicocche, fragole e altri prodotti già disponibili a maggio, fanno la loro comparsa l’anguria, il melone, il lampone e le prime varietà di susine.

ciliege
La ciliegia è un frutto di origine asiatica molto antica, è ricca di sali minerali come potassio, calcio e fosforo e può essere dolce (Prunus avium) o acidulo (Prunus cerasus). Ha proprietà lassative, diuretiche e depurative, inoltre contiene melatonina che favorisce il sonno.

albicocca
Anche l’albicocca è ricca di potassio, calcio e fosforo, contiene inoltre licopene e carotenoidi, ai quali deve la propria colorazione arancione e vitamine del gruppo B e sorbitolo, dalle proprietà.

pesca
La pesca, di origine cinese, contiene potassio, discrete quantità di carotenoidi e vitamina C, oltre a flavonoidi e fibre che contribuiscono a regolare l’attività intestinale. Ha inoltre proprietà diuretiche, rinfrescanti e dissetanti. Si può classificare in tre tipologie: comune, nettarina e percocca.

fragole
Nota già al tempo dei romani, altro frutto del mese è la fragola: un insieme di piccoli frutti, detti acheni. Contiene buone quantità di vitamina C e potassio, insieme a calcio e fosforo. In questa stagione si trovano anche le profumatissime fragoline di bosco che rappresentano un vero e proprio concentrato di minerali e vitamine.

lampone
Il lampone è una mora rossa, formata da un agglomerato di tante piccole drupe. Contiene sali minerali e medie quantità di vitamina C, oltre a tannini e flavonoidi. Ha un sapore agrodolce, fruttato e floreale.

Melone
Di origine africana, il melone giunse in Italia nei primi secoli dopo Cristo. Ricco di acqua e ipocalorico, è rinfrescante e costituisce una preziosa fonte di carotenoidi e potassio. In esso sono contenute discrete quantità di vitamina C, vitamine del gruppo B, antiossidanti, calcio e fosforo.

susine
Della susina esistono numerose cultivar di diversa forma e colore. Apporta minerali (potassio, calcio e fosforo) e stimola le funzionalità intestinali.

anguria
A fine mese saranno disponibili le prime angurie, frutti di origine africana, poveri di calorie e ricchi di acqua, noti per le proprietà rinfrescanti, depurative e dissetanti. Le zone di produzione più vocate sono la pianura padana, la Puglia e il Lazio. Ricche di potassio, contengono minerali, carotenoidi e antiossidanti.

Commenta l'articolo