L’albero di Natale

di

albero-di-natale-azzurro-tiffany

Tutto quello che avete sempre voluto sapere e non avete mai osato chiedere!

Il simbolo del Natale per eccellenza, può essere collocato fuori o all’interno della casa a seconda dello spazio a disposizione, del tipo di decorazioni prescelte e del gusto personale.
L’abete scelto è da preferirsi tra quelli sani, con radici integre. Varietà migliori allo scopo sono quelle a crescita lenta come l’abete rosso, l’abete argentato e l’abete del Caucaso ( Picea excelsa, pungens e Abies nordmanniana).
Ottimale sarebbe porlo all’esterno, ma se così non fosse possibile, il nostro abete, può essere sistemato in un angolo fresco e luminoso per evitare che perda gli aghi. Bene è innaffiarlo poco e spesso mantenendo il terriccio appena umido.
A fine festività va liberato delicatamente dagli addobbi e posto all’esterno dove potrà durare diversi anni crescendo fino a molti metri.

Una tradizione lontana..

Quella di adornare l’abete per la notte di Natale è un’usanza molto antica. Inizialmente si usavano nastri, dolcetti, frutta e candeline finchè, verso la fine dell’800 vennero ideati i decori di vetro soffiato da appendere. Successivamente le luci artificiali sostituirono le candeline. Attualmente le possibilità offerte di decorazione per l’albero di Natale sono infinite e con l’occasione si da libero sfogo alla propria creatività grazie a nastri, palline e fili dorati ma anche a piccoli pupazzi, frutta e decori monocromatici.

Commenta l'articolo