I colori del Natale: l’elleboro

di

 

Oggi parliamo di un’altra essenza prettamente natalizia: l’elleboro.

juh

Il genere Helleborus comprende circa 20 specie rizomatose, particolarmente apprezzate per la fioritura invernale che a seconda della varietà e della specie può essere bianca, gialla, verde, rosa, viola, nera e color crema. Le corolle possono essere anche screziate o puntinate e in alcuni ibridi anche doppie. I fiori sono molto delicati, ma se protetti dal gelo e dalle intemperie, possono perdurare per diverse settimane. La specie più diffusa è sicuramente H. niger.  Nota come “rosa di Natale” spontanea nei nostri boschi, caratteristica per offrire fiori bianchi durante mesi più freddi. Simbolo di fedeltà e di amicizia, è un dono gradito perché annuncia che la primavera non tarderà.

Si tratta di una specie perenne resistente e di facile coltivazione. Si adatta bene in vaso o per bordure purchè il clima sia fresco e il terreno mai troppo arido. In casa può essere tenuta nei giorni di Natale in ambienti freschi e luminosi, irrigando quel tanto necessario a mantenere il terriccio appena umido, successivamente, a inizio gennaio, si potrà trasferire l’esemplare all’esterno, in luogo protetto dal gelo, dalle intemperie e dal sole diretto. La concimazione avverrà in primavera con un prodotto di tipo organico.

Commenta l'articolo